Anversa degli Abruzzi  Bugnara  Campo di Giove  Cansano  Cocullo  Corfinio  Introdacqua  Pacentro
  Pettorano sul Gizio  Pratola Peligna  Prezza  Raiano  Roccacasale  Scanno  Villalalgo  Vittorito
 
Home Area Informativa da vedere Siti Archeologici › Anversa

Anversa *








Poco prima di giungere ad Anversa, lungo la strada proveniente da Sulmona, è visibile sul lato destro della carreggiata una parete ghiaiosa con i resti di una necropoli.

Sono visibili, in particolare, degli incavi vuoti scavati nella ghiaia.

L'antico sepolcro, già identificato da Antonio De Nino alla fine dell'ottocento, era costituito da tombe a camera scavate nella ghiaia, cosiddette "a cripta" o "a grotticella".

Ogni camera funeraria era preceduta da un corridoio (dromos) e non presentava banchine di deposizione.

I corredi e la tipologia delle sepolture, riscontrata anche a Sulmona e a Corfinio e tipica della Conca Peligna, datano la necropoli al periodo preromano, intorno al IV-III sec.a.C.

Lungo la strada che collega il paese a Cocullo, in localit Coccitelle, presso il cimitero di Anversa, è stata indagata una necropoli coeva alla precedente ma con tombe di tipo differente.

Si tratta infatti di tombe a fossa rettangolari, scavate nel terreno, "foderate" e ricoperte con lastre di pietra calcarea.

Anche qui i corredi risalgono al periodo preromano (dal IV secolo a.C. in poi), con punte fino al I sec. a.C.

È evidente dunque la presenza nella zona di uno o più insediamenti italici, secondo il sistema paganico-vicano, costituito da piccoli villaggi organizzati territorialmente in organismi maggiori, i pagi.

Area Informativa

Privacy - Disclaimer - Dichiarazione di accessibilità
Valid XHTML 1.0! Valid CSS!
Copyright © 2006 | Comunità Montana Peligna
Design & Powered by De Pamphilis