Anversa degli Abruzzi  Bugnara  Campo di Giove  Cansano  Cocullo  Corfinio  Introdacqua  Pacentro
  Pettorano sul Gizio  Pratola Peligna  Prezza  Raiano  Roccacasale  Scanno  Villalalgo  Vittorito
 
Home Area Informativa Turismo Enogastronomia › Primi Piatti

Primi Piatti *
Foto: Polenta - Pasta ammassata
La tradizione vuole che la domenica in particolare e in tutti i giorni di festa, il cibo "principe" sia la pasta all'uovo. I formati più utilizzati sono: maccheroni alla chitarra, pappardelle, tagliatelle e maltagliati. La pasta non è sempre all'uovo, alcuni formati come le taccuzzelle che normalmente si sposano con i legumi, i quajatiej spesso con le patate o con il sugo di pomodoro e le taccozze che hanno attitudini molto varie, vengono impastati con l'acqua. Nei paesi montani i maccheroni si consumano alla pecorara: preparare un condimento a base di pomodoro funghi porcini, carne di manzo e guanciale di maiale, a parte friggere melanzane, peperoni e zucchine dopo aver cotto i maccheroni versarli in una padella con olio, insaporirli con il condimento e pecorino grattugiato. Servire il tutto aggiungendo la ricotta di pecora, le verdure fritte e il formaggio.

curiosità
La chitarra è formata da un telaio rettangolare di legno, generalmente di faggio, sul quale sono tesi sottili fili d'acciaio; dopo aver impastato gli ingredienti per ottenere la pasta si stende la sfoglia molto sottile e dopo averla deposta sui fili della chitarra vi si passa sopra il matterello ottenendo così i famosi maccheroni alla chitarra.

- Gnocchi
Altro grande protagonista nel variopinto panorama dei primi piatti locali: gli gnocchi di patate che a Pratola, per esempio, vengono chiamati surgetiòj e sono piuttosto sodi e grandi, nell'impasto contengono spesso anche le uova e si sposano con i sughi utilizzati per la pasta all'uovo. Il formaggio aggiunto sul piatto di norma è un pecorino di media o lunga stagionatura.

- Polenta
Un ruolo importante tra i cibi derivati dai cereali, particolarmente nei paesi montani, viene ricoperto dalla polenta che viene servita su una tavola di legno chiamata
spianatora, utilizzata per ammassare la pasta. Il condimento più frequentemente utilizzato in questo caso è un sugo a base di salsicce e spuntature di maiale con una copiosa copertura di pecorino, molto più raramente nel sugo troviamo del baccalà. Un'altra ricetta peligna molto creativa è polenta e ceci con aglio rosso di Sulmona, alloro e olio d’oliva. Esiste anche una versione estiva del la polenta, considerata un ali mento tipicamente invernale: si tratta di polenta e fagioli dove figurano anche pomodori freschi, cipolla, sedano, maggiorana e peperoncino, considerato una spezia estiva.

curiosità
La polenta è tipica di Pettorano sul Gizio, i carbonai la usavano come pasto quotidiano chiamandola "polenta rognosa" e la condivano con salsicce sbriciolate. Ancora oggi l'ultima domenica di dicembre a Pettorano si organizza la Sagra della polenta.

Area Informativa

Privacy - Disclaimer - Dichiarazione di accessibilità
Valid XHTML 1.0! Valid CSS!
Copyright © 2006 | Comunità Montana Peligna
Design & Powered by De Pamphilis