Anversa degli Abruzzi  Bugnara  Campo di Giove  Cansano  Cocullo  Corfinio  Introdacqua  Pacentro
  Pettorano sul Gizio  Pratola Peligna  Prezza  Raiano  Roccacasale  Scanno  Villalalgo  Vittorito
 
Home Area Informativa › I Comuni della Comunità Montana Peligna Zona F

  • Comune Roccacasale




    INDIRIZZI E NUMERI UTILI

    MUNICIPIO

  • Sede del Comune: Via dei Lauri
    C.A.P. 67030
    Tel. 0864.271878
    Fax 0864.272987
    Sito internet:
    Comune Roccacasale
    E - Mail: comune@roccacasale.it
    Abitanti: 780
    Altitudine s.l.m.: 450 m. s.l.m.
    Mercato settimanale: Lunedi
    Patrono: San Michele Arcangelo
    Distanze in Km: da Sulmona 8 Km

  • FRAZIONI

  • INFORMAZIONI TURISTICHE

  • ASSOCIAZIONI

  • EMERGENZE
  • Soccorso Pubblico
    Tel. 113
    Vigili del Fuoco
    Tel. 115
    Soccorso ACI
    Tel. 116
    Stazione Carabinieri
    Via - Tel. 0864.

  • EMERGENZE SANITARIE
  • Pronto Soccorso
    Tel. 118
    Guardia medica
    Circ. Pratola Peligna
    Via Valle Madonna, 15
    Tel. 0864.274010
    Farmacia Di Bernardo
    Km 91 str Statale 17
    tel. 0864.271491


  • UFFICI POSTALI
  • Via Giovannucci Nazzareno
    Tel. 0864.45131

  • TRASPORTI PUBBLICI
  • Autolinee [ARPA]
    Autolinee Region. Pubbliche Abruzzesi
    Info tel. 085.4215099
    SCHIAPPA
    via Autostrada per Roma
    Info: Tel.0864.74362 - Fax 0864.74530


  • TEMPO LIBERO
  • - Biblioteca Comunale
    - Museo
Storia
La fortificazione preromana di Colle delle Fate, sito archeologico di grande rilievo, e numerosi altri rinvenimenti nel territorio, tra i quali consistenti resti murari di età romana, testimoniano un insediamento e una frequentazione dell'uomo assai antica, soprattutto nelle zone d'altura. Il nome stesso del paese attuale, nato nel medioevo, caratterizza già la sua forma. Arroccato lungo un pendio, Roccacasale viene ricordato nei documenti a partire dal secolo XII ma già in precedenza si può ipotizzare che sopravvivessero al tardo antico uno o più piccoli insediamenti, data anche la posizione fortemente strategica. Tale posizione venne sfruttata dal castello, i cui resti sovrastano ancora il paese, costruito nel suo nucleo iniziale nel corso dell'XI secolo e in seguito ulteriormente ampliato e fortificato. Il feudo ivi costituito fu perlopiù di pertinenza ecclesiastica, dapprima sotto quella valvense, quindi alle dipendenze dell'Abbazia di Santo Spirito al Morrone, affiancate nel potere da varie signorie che si alternarono al comando del castello e delle sue pertinenze: dapprima i Cantelmo, poi, a partire dalla fine del XVI secolo, i De Sanctis, che lo tennero sino all'abolizione del regime feudale.
Il castello-recinto, recentemente restaurato, è di una particolare tipologia, con il mastio al vertice e vari ambienti residenziali.
Ambiente
Il paese attuale, pur con una recente espansione a valle, è rimasto sostanzialmente inerpicato sulle rocciose pendici ovest del M. Morrone ed ha conservato la sua caratteristica di paese-vedetta della Conca Peligna. Infatti la sua posizione consente una veduta quasi totale su tutta la valle sottostante e ancora oggi sono visibili le mura dell'antico castello che si ergeva maestoso a guardia del lato nord della Conca Peligna. Il territorio di Roccacasale comprende anche una porzione della sottostante piana alluvionale nella quale scorre il fiume Sagittario, dove si è sviluppata l'attività economica del paese con una serie di piccole imprese artigianali e commerciali. Di grande effetto paesaggistico è il territorio che sovrasta il paese e che insiste lungo il fianco occidentale della dorsale del Morrone. Qui una serie di sentieri e strade sterrate carrabili conducono lungo il versante montano passando per piccoli altopiani e pascoli, arrivando fino alla sommità della dorsale dalla quale si apre una delle più belle viste d'Abruzzo.
Enogastronomia
- ravioli di ricotta
- sagne alla pecoraia
- capretto cacio e uova
Da Visitare   Manifestazioni
Vedi l'immagine - il collegamento si aprirà in una nuova finestra Castello-recinto e borgo fortificato, ben conservato anche nell'urbanistica originaria, con scalinate e rampe per superare il dislivello
- Chiesa parrocchiale di S. Michele Arcangelo, fondata nel XVI secolo, l'aspetto attuale, dovuto a successivi restauri, è del XVIII secolo
- Colle delle Fate insediamento fortificato preromano d'altura. Resti della cinta in opera poligonale, ambienti e cisterne.
  8 maggio:
S.Michele Arcangelo 
festa del patrono
6 agosto:
SS. Antonio e Rocco
festa patronale
agosto:
Sagra dello strigolo
14 settembre:
Esaltazione della SS.Croce
29 settembre:
S. Michele Arcangelo - festa patronale
Colle delle Fate
Ingrandisci l'immagine - il collegamento si aprirà in una nuova finestraIl sito fortificato di Colle delle Fate, raggiungibile attraverso una mulattiera che si diparte da Roccacasale, è situato sui contrafforti del Morrone, sulla quota massima di m 724. La piatta superficie dell'acrocoro, al cui interno si aprono due cisterne per la raccolta delle acque, fu occupata fin dalla tarda età del bronzo e forse ospitò un luogo di culto di cui anche il toponimo moderno sembra conservare memoria. 

Ingrandisci l'immagine - il collegamento si aprirà in una nuova finestraSi configura come una piccola arce di una più vasta area in origine racchiusa da una duplice cinta muraria triplicata sul versante più esposto, oggi in parte cancellata da crolli e dilavamenti. Le strutture in opera poligonale del piccolo recinto interno mostrano in alcuni tratti evidenti tracce di rifacimenti antichi, documentati dalla diversa tecnica costruttiva; nel complesso, però, si presentano abbastanza ben conservate, specie sul versante occidentale, ove la cortina muraria assume aspetti decisamente monumentali, resi più suggestivi dalla patina dorata del tempo e dall'incontaminata bellezza del luogo.
  • Visita i Comuni
  • DOVE SIAMO
  • Ingrandisci l'immagine
  • Turismo
  • Ristoranti

Privacy - Disclaimer - Dichiarazione di accessibilità
Valid XHTML 1.0! Valid CSS!
Copyright © 2006 | Comunità Montana Peligna
Design & Powered by De Pamphilis